09 gennaio 2012
DA VEDERE
09 gennaio 2012
 
TAGLIA/SPACCA LEGNA AUTOMATICO

Prime prove a Forestalia
 
   
   
La Birra del Bosco  
   

L’aspetto conviviale di Forestalia si manifesterà nella proposta enogastronomica legata alle zone dell’Appennino e della buona tavola. 
Ci saranno soste gustose per alternare le visite agli stand con situazioni di svago all’insegna del tipico. Piacenza vuole offrire ai visitatori l’ospitalità migliore per apprezzare un territorio ricco di storia, tradizione e bellezze naturali. Sarà dunque un felice abbinamento la visita alla fiera e la degustazione di una "birra artigianale del boscaiolo". In questo caso oltre che da vedere sarà da provare!

 

Nel dopo fiera la possibilità di gite "fuori porta" alla ricerca di un agriturismo o ristorante tipico dove continuare a parlare di boschi e cose buone.

 
 
Artigiani del legno: dal tronco alla trave con antiche tecniche di lavoro manuale
Maestri artigiani ricaveranno, con abile lavoro di scure, travi da tronchi di castagno. La produzione di travi fatte a mano è stata in opera fino all’arrivo delle macchine segatronchi (prima metà del ’900). Massimiliano Montagna e Merlino Zendenthuis hanno imparato la tecnica grazie alla disponibilità di un vecchio artigiano ligure che ha voluto tramandare quanto appreso. Una scrupolosa attività di ricerca documentaria ha fatto il resto.
 
Potrete assistere alla lavorazione durante i tre giorni della fiera: la squadratura a mano del legname che si rivela un’arte.
Un appuntamento consolidato di Forestalia che propone accanto alle offerte commerciali momenti culturali e di approfondimento tecnico.
   
   
Alberi e TreeClimbing
 
 
Formazione3t è un team di professionisti che lavorano nel mondo dell’arboricoltura ornamentale e del tree climbing utilizzando le metodologie più sicure e corrette basate sulle più recenti acquisizioni tecnicoscientifiche. Negli ultimi anni il tree climbing e l’arboricoltura si sono sviluppati in modo talmente veloce che non è stato ancora possibile creare una struttura di informazione e formazione tale da garantire uno standard professionale adeguato.
L’attività degli operatori forestali e degli arboricoltori, si sa, è appassionante, impegnativa e allo stesso tempo pericolosa; per questi motivi attrezzature adeguate, dpi e una formazione di qualità sono essenziali per mettere al riparo dai rischi. Grazie ad un’adeguata istruzione, infatti, si imparano le tecniche di lavoro più corrette, produttive e sicure per la salute degli alberi, degli operatori e per tutti i cittadini.
La fiera si dimostra, perciò, l’occasione ideale per approfondire direttamente con i protagonisti le tematiche di gestione degli alberi e sicurezza sul lavoro.
A questo proposito Formazione3T ha studiato un programma di workshop che fornisce informazioni, strumenti e spunti di riflessione a chi si occupa di alberi. Alcuni degli argomenti trattati:
• Tree climbing: risalita e posizionamento sui ramponi, tecniche di recupero del ferito
• Arboricoltore e forestale, confronto tra professioni: differenza tra le tecniche di taglio con motosega e differenti obiettivi professionali.
Di interesse anche per la dimensione edile della fiera
• Allestimento cantieri stradali in presenza di traffico veicolare.

FORMAZIONE 3T, durante Forestalia, si occupa di sensibilizzare e diffondere la moderna arboricoltura, ma la sua attività principale è quella di formare i professionisti del settore: organizza corsi di arboricoltura, potatura, tree climbing e corretto utilizzo della motosega (sia in ambiente urbano che forestale) in conformità con quanto previsto dal d.lgs 81/08 Testo Unico sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro.

Tra i corsi più recenti introdotti nell’offerta formativa ci sono i corsi sull’allestimento cantieri stradali, durante i quali si insegnano i comportamenti migliori per svolgere un’attività lavorativa consapevole, salvaguardando l’incolumità degli addetti ai lavori e dei cittadini.
   
   
I Droni Forestali
 
 
A cura di Aerodron una dimostrazione di monitoraggio del territorio con i droni.
Gli APR (Aerei a Pilotaggio Remoto), meglio noti come “droni” sono macchine estremamente sofisticate, sono prodotti di alta tecnologia capaci di portare in volo apparecchiature complesse e professionali con le quali possono svolgere attività di rilievo aereo di ogni tipo. 
 Con la loro diffusione i droni hanno spinto lo sviluppo di software applicativi per la fotogrammetria a livelli straordinari in termini di risoluzione e precisione planimetrica e altimetrica. In particolare: portando in volo fotocamere ad alta risoluzione (20Mpx) e potendo scattare immagini geolocalizzate (GPS a bordo) riusciamo ad avere una mappatura del terreno sottostate con una precisione centimetrica.
   
La cesteria del bosco  
   

Da sempre l’intreccio ha accompagnato la vita dell’uomo, ma ora ciò che aveva puramente una vita funzionale può caricarsi anche di una valenza artistica e decorativa.

Staccandosi dal concetto più rigido di intreccio legato alla cesteria, possiamo inventarci nuovi ed originali utilizzi, alle volte solo opere d’arte.
A Forestalia un laboratorio di artigianato proporrà le tecniche di intreccio che portano alla creazione di cesti ed altri oggetti.
Dal bosco un esempio di manualità da riscoprire. Salice, vitalba, canne palustri, sanguinello, olivo, giunchi, lantana, olmo, nocciolo, castagno, viburno, ginestra…

 

Sono solo alcune delle piante che  possono essere utilizzate per creare intrecci. 
Passando attraverso il lavoro delle mani, gli occhi impareranno a vedere e “scoprire” queste  piante semplici ed importanti che sono sempre state parte integrante del nostro territorio e fino ad oggi sono rimaste invisibili.